EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Omicidio Sacchi: pm, Anastasiya ha mentito e depistato

Oggi al processo la requisitoria e poi le richieste dell'accusa
Oggi al processo la requisitoria e poi le richieste dell'accusa
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 11 FEB - "Giovanni Princi, ha tenuto un comportamento ostativo all'accertamento della verità dei fatti e Anastasiya Kylemnyk ha mentito e cambiato versione più volte. Per fortuna i depistaggi non hanno colto nel segno e oggi si è potuto chiarire il contesto in cui è maturato l'omicidio". Lo afferma il pm di Roma, Giulia Guccione, nel corso della requisitoria del processo legato all'omicidio del personal trainer, ucciso con un colpo di pistola a Roma, nell'ottobre del 2019, nel corso di una rapina. Quella di Sacchi, per il rappresentante dell'accusa, "è una storia paradossale perché fin dalle prime battute Luca, la vittima, è stato fatto passare per l'accusato. Per questo oggi mi sento obbligata a fornire la verità processuale che risulta dalle carte. Perché è stato ucciso ? Il motivo a me ad oggi sfugge. Lo zaino era nelle mani di Paolo Pirino. Il grilletto è stato premuto da Valerio del Grosso con gratuita violenza, non c'era motivo". Per il pm questa vicenda "ha suscitato un clamore strumentalizzato anche dalle forze politiche. C'è chi in questo processo ha mistificato i fatti creando dei veri e propri depistaggi". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, la Knesset approva una risoluzione che respinge l'istituzione di uno Stato palestinese

Le notizie del giorno | 18 luglio - Serale

Venezuela, attentato contro María Corina Machado, leader dell'opposizione e principale rivale di Maduro