EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Titolare bar ferito, sottoposti a fermo tre fratelli

Sono accusati di tentato omicidio aggravato dai futili motivi
Sono accusati di tentato omicidio aggravato dai futili motivi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - DIAMANTE, 05 FEB - Tre fratelli sono stati sottoposti a fermo dai carabinieri in relazione al ferimento di Stefano Perugino, di 60 anni, titolare di un bar a Diamante, raggiunto da alcuni colpi di pistola ieri sera al culmine di una lite. Si tratta di Massimo, Alessandro e Mattia De Rose. Due di loro erano stati portati nella caserma dei carabinieri e qui fermati. Il terzo si è poi costituito in carcere dopo avere saputo del provvedimento a suo carico. I tre, già noti alle forze dell'ordine, sono indagati per tentato omicidio aggravato dai futili motivi. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, i tre, con la loro auto, ieri sera avrebbero danneggiato un gazebo posto all'esterno del locale di Perugino. Alla scena ha assistito il figlio dell'uomo che è intervenuto, brandendo - a detta degli indagati - un coltello da cucina. E' stato a questo punto che sono partiti i colpi di pistola. Le indagini dei carabinieri proseguono per chiarire completamente la dinamica dei fatti, a cominciare da chi materialmente ha sparato. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, la Knesset approva una risoluzione che respinge l'istituzione di uno Stato palestinese

Le notizie del giorno | 18 luglio - Serale

Venezuela, attentato contro María Corina Machado, leader dell'opposizione e principale rivale di Maduro