EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

E' guerra per Ospedale di Lipari,si studia ricorso a C.Conti

Comitato, nessuna promessa autorità e' stata mantenuta
Comitato, nessuna promessa autorità e' stata mantenuta
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 03 FEB - Stop al progressivo smantellamento dell'Ospedale di Lipari, unico presidio sanitario delle Isole Eolie, e alla sua inevitabile chiusura: lo ribadisce, ormai da mesi, il Comitato cittadino "L'Ospedale di Lipari non si tocca" che ipotizza anche di segnalare alla Corte dei Conti la situazione. I cittadini eoliani in gravi condizioni di salute (o le donne prossime al parto) vengono infatti trasportati in altre strutture sanitarie siciliane con elicotteri. Questo continuo andirivieni ha un costo esorbitante: circa 7-10.000 euro a tratta a carico dello Stato. Per una cifra complessiva molto più alta rispetto a quanto costerebbe la gestione di un piccolo ospedale funzionante. Non solo: l'ospedale, oltre alla chiusura del punto nascita, non ha più una camera iperbarica a disposizione esponendo i turisti estivi impegnati in attività subacquee a gravi rischi. "Da troppo tempo ormai, - scrive il Comitato ai Sindaci eoliani - nel nostro ospedale, si rilevano criticità quotidiane non più affrontabili e sopportabili, che hanno raggiunto nell'ultimo periodo livelli di drammaticità. Tante le iniziative ufficialmente intraprese da comitati e dall'amministrazione del Comune di Lipari. Ma tutto è risultato vano. Nessuna delle promesse formulate dalle autorità preposte all'organizzazione e al buon funzionamento del servizio sanitario pubblico è stata mantenuta. Neppure la solenne promessa fatta dal sottosegretario alla salute Andrea Costa, nel dicembre 2021, dinnanzi al Consiglio Comunale, al Sindaco e a questo comitato, ha dato esito positivo. Solo un silenzio assordante, inspiegabile e mortificante". Il Comitato sprona i primi cittadini: "Il momento è propizio per unire le forze e le volontà. Il Pnrr, se studiato bene, e se terrà conto delle esigenze dei territori, sarà per noi fondamentale. Ora o mai più. Non ci saranno altre occasioni per far risorgere la sanità territoriale". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: 8 soldati Idf morti nell'esplosione di un blindato, strutture sanitarie al collasso

Guerra a Gaza: colloqui in stallo, "catastrofe igienico-sanitaria"

Germania-Scozia 5 a 1, i padroni di casa vincono il match di apertura degli Europei Uefa 2024