Omicidio nell'Agrigentino, fermato padre della vittima

Giudice convalida arresto, non credibile gesto non premeditato
Giudice convalida arresto, non credibile gesto non premeditato
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - RAFFADALI, 01 FEB - E' Gaetano Rampello, 57 anni, assistente capo coordinatore della polizia di Stato in servizio decimo reparto Mobile di Catania, l'uomo fermato dai carabinieri della compagnia di Agrigento per l'omicidio del figlio ventiquattrenne Vincenzo Gabriele a Raffadali . L'uomo è stato fermato per omicidio dai carabinieri della compagnia di Agrigento, coordinati dal maggiore Marco La Rovere e dal capitano Alberto Giordano. Secondo una prima ricostruzione, padre e figlio avrebbero avuto in piazza Progresso, a Raffadali, un'accesa discussione al culmine della quale il poliziotto avrebbe estratto la pistola d'ordinanza sparando diversi colpi contro il 24enne, uccidendolo. Poi, l'assistente capo coordinatore si è spostato su una panchina, dove si è seduto in attesa di un pullman di linea e dove è stato trovato e bloccato dai carabinieri. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Basilicata: seggi aperti domenica e lunedì

Aiuti Usa all'Ucraina: Zelensky ringrazia, Mosca parla di crisi aggravata

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari