Incidente Suv: avvocato, silenzio e rispetto dolore

Nel pomeriggio incontrerà impresario origine bulgara arrestato
Nel pomeriggio incontrerà impresario origine bulgara arrestato
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PORDENONE, 01 FEB - "Non è tempo di dichiarazioni, ma di rispettoso silenzio per le vittime di questo incidente e il loro tremendo dolore": lo ha detto, all'ANSA, Gianni Massanzana, avvocato dell'imprenditore bulgaro di 61 anni, da tempo residente a Pordenone, in carcere con l'accusa di omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga, dopo aver tamponato e ucciso, con il proprio Suv, due cugine di 26 e 20 anni, domenica sera, lungo l'autostrada A28, nei pressi di Azzano Decimo. Al momento del fermo, l'uomo aveva un tasso alcolico tre volte oltre il limite consentito. "Nel pomeriggio incontrerò il mio assistito per delineare la strategia difensiva - ha aggiunto il legale -, ma la nostra linea non cambierà. Resteremo in silenzio in ossequio alla tragedia che ha colpito queste famiglie". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Le notizie del giorno | 12 aprile - Serale