euronews_icons_loading
Screengrab

I manifestanti contro l'immigrazione hanno distrutto gli effetti personali dei migranti venezuelani per l'aumento della criminalità in Cile: migliaia di manifestanti nel nord del Paese hanno manifestato contro l'immigrazione e hanno chiesto maggiore sicurezza.

La protesta si è svolta nella città di Iquique, poco più di 1.600 km a nord della capitale Santiago.

La manifestazione ha riunito più di 4.000 persone, secondo la Polizia cilena: durante la marcia, alcuni manifestanti hanno violentemente distrutto le tende dei migranti venezuelani in un campo vicino alla spiaggia.

Negli ultimi anni, Iquique è stata travolta dall'arrivo in massa di migranti attraverso il confine desertico con la Bolivia, dove centinaia di persone passano ogni giorno senza alcun controllo.