Da Ue 250 mln per bonifica Malagrotta, "pronta entro 2025"

Regione Lazio-Campidoglio, lì grande parco e aree attrezzate
Regione Lazio-Campidoglio, lì grande parco e aree attrezzate
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 26 GEN - Sono stati stanziati i 250 milioni di fondi europei per bonificare il sito della ex discarica di Malagrotta, a Roma. Lo rende noto il presidente della Commissione Ecomafie, Stefano Vignaroli secondo cui "è finalmente un passo concreto per salvaguardare cittadini, ambiente e salute". Vignaroli ricorda che si tratta della "più grande discarica d'Europa, chiusa nel 2013 dal sindaco Marino, ma mai bonificata, come prevedeva e prevede tutt'oggi la legislazione in materia di discariche. Un vero e proprio ecomostro". L'accordo tra Governo, Regione Lazio e Comune di Roma ha permesso di avviare le procedure per le operazioni di capping della discarica di Malagrotta, fanno sapere da Regione e Campidoglio. "La conclusione degli interventi e la rigenerazione dell'area" è prevista "entro il 2025" dichiara Massimiliano Valeriani, assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio. "Avvieremo da subito un percorso di confronto con i Municipi interessati e con i residenti della Valle Galeria per costruire insieme a loro un programma di interventi per la realizzazione di un grande parco e di aree attrezzate, per fare in modo che quella che per decenni ha rappresentato un grave vulnus ambientale diventi una nuova opportunità per la riqualificazione di questo territorio" aggiunge Sabrina Alfonsi, Assessore all'Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti del Comune di Roma. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: proteste a Tel Aviv e Gerusalemme, attesa la reazione di Hamas per il cessate il fuoco

Missili Taurus a Kiev, Mosca intercetta ufficiali tedeschi: è polemica

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"