Cadavere nel Pavese: telefonate compromettenti arrestata

Conteneva i suoi attrezzi da lavoro. Incarichi per nuove perizie
Conteneva i suoi attrezzi da lavoro. Incarichi per nuove perizie
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 24 GEN - Si aggrava la posizione della fisioterapista Barbara Pasetti, 40 anni, arrestata con l'accusa di omicidio, occultamento di cadavere e tentata estorsione in relazione all'uccisione di Luigi Criscuolo, 60, commerciante di biciclette e per questo noto come 'Gigi Bici' scomparso l'8 novembre scorso a Pavia e trovato morto il 20 dicembre per un colpo di pistola alla tempia in un campo a Calignano (Pavia). Secondo quanto riportato dal 'Corriere della Sera' e da 'La Provincia pavese' diverse telefonate inchioderebbero la donna che addirittura in una di queste avrebbe sollecitato un riscatto alla figlia spacciandosi per uno straniero dell'Est Europa. "So di dover andare all'infermo perché ho fatto uccidere un uomo", risulta abbia anche detto parlando con l'ex marito Gian Andrea Toffano. Sempre in una telefonata con lui avrebbe fatto riferimento alle modalità del delitto quando si ignorava ancora il destino di 'Gigi Bici' il cui corpo non era ancora stato ritrovato. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni europee, tutto quello che c'è da sapere per andare alle urne informati

Usa, l'ex vicepresidente Pence: "Io contro l'isolazionismo, dobbiamo sostenere gli alleati"

Le notizie del giorno | 22 aprile - Serale