This content is not available in your region

Assessore Vda chiede 'trattamento speciale' no vax, è bufera

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Jaen-Pierre Guichardaz criticato per le sue dichiarazioni su web
Jaen-Pierre Guichardaz criticato per le sue dichiarazioni su web

(ANSA) – AOSTA, 17 GEN – “I dati della rianimazione e dei
reparti Covid (che sono quelli che decidono la retrocessione o
il mantenimento di un colore) sono incontrovertibili e ci dicono
qual è la vera causa dell’aumento dei ricoveri: la mancata
copertura vaccinale dell’intera popolazione. Quelli che oggi
intasano gli ospedali a causa dei sintomi della maledetta
influenza sono perlopiù non vaccinati” e quelli che
“scientemente scelgono di sfidare la malattia e di lasciare che
ad inocularsi siano gli altri con la scusa della dittatura
sanitaria o di altre amenità meriterebbero davvero un
trattamento speciale. Quantomeno che si pagassero fino
all’ultimo centesimo le cure conseguenti al loro testardo andare
contro corrente”. Lo scrive su Facebook l’assessore regionale ai
Beni culturali, turismo sport e commercio Jean-Pierre
Guichardaz, commentando la notizia dell’ingresso della Valle
d’Aosta in zona arancione.
Il post ha causato molte reazioni sul web, fra cui lo sfogo di
Daniele Pieiller, candidato alle ultime regionali e piccolo
imprenditore di montagna che in un video rilanciato su molte
chat dice: “Solo una bestia inferocita, spaventata e con la
mente malata (unica scusante per l’assessore) può augurare il
male a chi è ammalato e augurarsi un ‘trattamento speciale’ per
quelli in rianimazione”.
“Quanto odio, quanta ignoranza e quante falsità nelle sue
parole”, prosegue Piellier, che vede nelle dichiarazioni
dell’assessore un’aggressione verso concittadini “che hanno
fatto una scelta legittima (con sacrifici personali
importanti)”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.