Iss, in Vda da inizio pandemia incidenza più alta d'Italia

Nella regione alpina oltre 17 mila casi per 100 mila abitanti
Nella regione alpina oltre 17 mila casi per 100 mila abitanti
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - AOSTA, 15 GEN - Tra le regioni e le province autonome spetta alla Valle d'Aosta il primato di territorio con il maggior numero di casi segnalati di Covid-19, in rapporto alla popolazione, dall'inizio della pandemia. Dal report esteso dell'Istituto superiore di sanità (Iss), aggiornato al 12 gennaio e che integra il monitoraggio settimanale sul Covid, emerge infatti che l'incidenza cumulativa nella piccola regione alpina è di 17.702,09 casi per 100 mila abitanti. I valori più alti appartengono poi alla provincia di Bolzano (17.444,7), al Veneto (16.963,75) e alla Lombardia (16.457,05). In numeri assoluti, in base al report dell'Iss, al 12 gennaio scorso erano 21.932 i casi di Covid registrati in Valle d'Aosta dall'inizio dell'emergenza sanitaria, il secondo valore più basso (solo il Molise, con 20.205 contagiati, vanta una cifra inferiore). (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Meloni incontra Biden alla Casa Bianca: il punto sugli aiuti a Gaza, Chico Forti torna in Italia

Ue chiede indagine su strage di civili in fila per il pane a Gaza, Hamas: 7 ostaggi morti nei raid

Ue, 150 milioni di euro a Unrwa: continuano indagini sui presunti legami tra l'agenzia Onu e Hamas