Scuola: a Milano i primi rientri in classe, tante le assenze

Studenti e insegnanti divisi su scelta di riprendere in presenza
Studenti e insegnanti divisi su scelta di riprendere in presenza
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 07 GEN - Mentre per la maggior parte delle scuole lombarde il rientro in classe è previsto per lunedì 10 gennaio, alcuni istituti milanesi hanno riaperto i loro portoni già da oggi. Se il Tito Livio ha optato per una ripartenza in Dad, almeno per oggi e domani, il liceo classico Manzoni ha confermato le lezioni in presenza. E infatti, pur senza creare affollamenti - anche grazie agli ingressi scaglionati e alle tante assenze a causa delle quarantene -, centinaia di studenti si sono ritrovati oggi fuori dall'istituto di via Orazio in attesa del rientro in classe, discutendo di vacanze e compiti assegnati, ma soprattutto di positività, quarantene e didattica a distanza. Diverse le opinioni dei liceali, divisi tra chi avrebbe optato per un rientro in Dad e chi, invece, minaccia di occupare la scuola qualora qualora si dovesse arrivare a questa soluzione. "Secondo me è necessario fare il possibile per mantenere le lezioni in presenza - spiega Carlo -, anche a costo di occupare la scuola e i miei genitori sono d'accordo". "Oggi saremo in 11 in classe perché gran parte dei miei compagni sono in quarantena o positivi - aggiunge lo studente di quarta liceo -. In condizioni normali, se ci fossimo contagiati in classe, saremmo già in Dad, ma visto che ognuno si è contagiato alle feste di Natale e a Capodanno per conto suo, iniziamo in presenza" Come testimonia Stefania Carleo, docente al liceo classico Manzoni, "anche tra noi insegnanti ci sono opinioni contrastanti sul rientro a scuola in presenza o meno". "Dal mio punto di vista però, con precauzione, ma è giusto tornare in classe - aggiunge la professoressa -. Saremo molto attenti nei confronti dei ragazzi, utilizzeremo tutti la mascherina Ffp2 che tra l'altro è stata fornita a tutto il personale dalla direzione scolastica. Dobbiamo darci un po' una mano noi docenti e i ragazzi. Cercherò comunque di sensibilizzarli nuovamente sull'importanza del giusto distanziamento e dell'importanza di indossare correttamente le mascherine. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Oms: "A Gaza situazione disumana", morti e feriti per una sparatoria vicino a Gerusalemme

Polonia, confine hi-tech con la Bielorussia contro la guerra ibrida di Mosca

Guerra in Ucraina: Putin visita uno stabilimento aeronautico, per Biden è un "pazzo figlio di ..."