This content is not available in your region

Papa: basta violenza su donne, nel mondo troppi fili spinati

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'La Chiesa è madre, la Chiesa è donna', 'Maria è cattolica'
'La Chiesa è madre, la Chiesa è donna', 'Maria è cattolica'

(ANSA) – CITTADELVATICANO, 01 GEN – “Mentre le madri donano
la vita e le donne custodiscono il mondo, diamoci da fare tutti
per promuovere le madri e proteggere le donne. Quanta violenza
c‘è nei confronti delle donne! Basta! Ferire una donna è
oltraggiare Dio, che da una donna ha preso l’umanità, non da un
angelo, no direttamente: da una donna”. Lo ha detto il Papa
nell’omelia della Messa a San Pietro. “Il nuovo anno inizia nel
segno della Madre. Lo sguardo materno è la via per rinascere e
crescere. Le madri, le donne guardano il mondo non per
sfruttarlo, ma perché abbia vita: guardando con il cuore,
riescono a tenere insieme i sogni e la concretezza”, ha
aggiunto. E “c‘è bisogno di gente in grado di tessere fili di
comunione, che contrastino i troppi fili spinati delle
divisioni”. “Le madri – ha proseguito Papa Francesco – sanno
superare ostacoli e conflitti, sanno infondere pace. Così
riescono a trasformare le avversità in opportunità di rinascita
e in opportunità di crescita. Lo fanno perché sanno custodire,
sanno tenere insieme i fili della vita”. E dunque “la Chiesa è madre, la Chiesa è donna”, “non
possiamo trovare il posto della donna nella Chiesa senza
rispecchiarla nella donna madre”, “questo è il posto della donna
nella Chiesa”. “Maria – ha detto ancora il Papa nell’omelia della Messa – mette a confronto esperienze diverse, trovando i fili nascosti
che le legano. Nel suo cuore, nella sua preghiera compie questa
operazione straordinaria: lega le cose belle e quelle brutte;
non le tiene separate, ma le unisce”. Per questo “Maria è la
madre della cattolicità, possiamo dire” che “per questo Maria è
‘cattolica’, perché unisce, non separa”, ha concluso il
Pontefice. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.