EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Uccisa in casa a coltellate, suicida il compagno arrestato

Cagliari, scappa da agenti e si getta da terzo piano ospedale
Cagliari, scappa da agenti e si getta da terzo piano ospedale
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 20 DIC - Si è gettato da una finestra dell'ospedale Businco di Cagliari ed è morto Sandro Sarais, il 56enne accusato di aver ucciso a coltellate una settimana fa la compagna Mihaela Kleics, 50 anni di origine romena. L'uomo, che era sorvegliato da due agenti, è riuscito a divincolarsi e nonostante il tentativo in extremis di fermarlo si è buttato dalla stanza al terzo piano del reparto di chirurgia toracica. Sarais è stato subito soccorso e poi intubato nel tentativo di salvargli la vita, ma è spirato circa mezz'ora dopo. L'uomo era ricoverato in ospedale perché aveva già tentato di togliersi la vita, subito dopo il fermo, infliggendosi alcune coltellate. L'omicidio della compagna risale al 13 dicembre: la donna era stata ritrovata senza vita nel suo appartamento di via della Musica, a Quartu Sant'Elena, nella Città metropolitana di Cagliari. I sospetti erano subito caduti sul compagno. Litigavano spesso, avevano riferito i vicini. Sarais era stato rintracciato dai carabinieri nelle campagne di Castiadas ma si era inferto delle coltellate, procurandosi alcune ferite. Per questo era stato trasferito in ospedale dove oggi è morto suicida. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti, al coro di Dem che chiede il ritiro di Biden si sarebbero aggiunti Obama e Pelosi

Israele: attacco con droni su Tel Aviv rivendicato dagli Houthi, un morto

Trump accetta la nomination repubblicana: il racconto dell'attentato e i rapporti con Orbán e Russia