Rogo nel Torinese: rischio crolli e inquinamento raddoppia

.Scuole chiuse a Beinasco, fumi su metà di Torino
.Scuole chiuse a Beinasco, fumi su metà di Torino
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 13 DIC - Sono proseguite tutta la notte le operazioni di spegnimento del vasto incendio che ha distrutto il capannone della Demap a Beinasco (Torino) dove erano riciclate materie plastiche. Il lavoro dei vigili del fuoco per le operazioni di bonifica continuerà per tutta la giornata. Si tratta di un intervento particolarmente delicato visto che il pericolo di crollo - spiegano ii vigili del fuoco - rende difficile lo smassamento. Alcune scuole della città sono rimaste chiuse per precauzione e anche a Torino, nella parte sud e centro-sud della città resta valido l'invito della Protezione Civile a tenere le finestre delle abitazioni chiuse e a uscire di casa, solo se necessario, indossando sempre la mascherina FPP2. La direzione dei fumi, questa mattina, è verso est-sud est e in un'ampia zona di Torino è visibile uno strato di fumo sottile, Nel frattempo l'Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) sta proseguendo nelle analisi dell'aria: alle 7.30 di questa mattina nelle zone prossime all'incendio e nelle zone di probabile caduta dei fumi tossici, sono state misurate concentrazioni di inquinanti più che doppie rispetto al normale: in particolare, 265 ppb (parti per bilione) nella zona dell'incendio, 230 ppb all'asilo Garelli, 220 nel centro di Beinasco, 301, nella piazza Vittorio Veneto della città alle porte di Torino. Valori ampiamenti a quelli misurati ieri poiché - spiega Arpa - "'effetto ombrello determinato dall'innalzamento dei fumi e il loro confinamento negli strati superiori dell'atmosfera, ha iniziato a cedere nella tarda serata". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina, vicino a Bakhmut campi minati e barriere anticarro per frenare l'avanzata russa

Guerra in Ucraina, Kiev teme un tentativo di sfondamento più ampio nell'estate del 2024

Ungheria, ecco le norme sull'immigrazione più severe d'Europa