This content is not available in your region

Omicron: corsa contro il tempo, mentre casi della variante spuntano un po' ovunque

Access to the comments Commenti
Di Euronews  Agenzie:  ANSA, AP
euronews_icons_loading
A Barcellona si invita lo spirito del Natale, nonostante Omicron rischi di fare la guastafeste
A Barcellona si invita lo spirito del Natale, nonostante Omicron rischi di fare la guastafeste   -   Diritti d'autore  Joan Mateu Parra/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

È una corsa contro il tempo, quella del mondo, per capire la pericolosità della variante Omicron del coronavirus, rilevata ormai in diversi Paesi del pianeta. Alcuni governi provano a proteggersi rendendo più complicato passare i propri confini, nonostante siano consapevoli che è già tardi.

Anche se molti di noi potrebbero pensare che abbiamo chiuso con il Covid, beh, il Covid non ha chiuso con noi
Tedros Adhanom Ghebreyesus
Direttore generale dell'Oms

L'Oms resta prudente e chiede tempo perché gli scienziati diano risposte alle troppe domande: "Non sappiamo ancora se Omicron sia associata a una maggiore trasmissione, a una malattia più grave, a un maggior rischio di reinfezioni o a un maggior rischio di elusione dei vaccini", dichiara Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Oms. "Gli scienziati dell'Oms e di tutto il mondo stanno lavorando per rispondere a queste domande. L'arrivo di Omicron è un altro promemoria che, anche se molti di noi potrebbero pensare che abbiamo chiuso con il Covid, beh il Covid non ha chiuso con noi".

Rassicura il fatto che al momento la variante sembrerebbe sì più trasmissibile delle precedenti, ma i sintomi sembrerebbero più lievi. Non sono stati infatti segnalati casi gravi finora. 

Casi ovunque in Europa

La Spagna è uno degli ultimi Paesi ad aver segnalato il suo primo caso confermato di Omicron. È un viaggiatore tornato domenica dal Sudafrica, il Paese dove la nuova variante è stata rilevata per la prima volta. La Francia nella notte tra lunedì e martedì ha fatto sapere che una persona è risultata positiva sull'Isola della Riunione, territorio d'oltremare che si trova nel continente africano. È un uomo che rientrava dal Mozambico, passando proprio per il Sudafrica. 

Mentre la stragrande maggioranza dei contagi registrati in tutto il mondo sono viaggiatori che arrivano dall'estero, i casi in Portogallo e Scozia hanno sollevato il timore che Omicron si stia già diffondendo a livello locale. I tredici casi di Covid-19 identificati tra i calciatori del club portoghese Belenenses, potrebbero essere tutti legati alla nuova variante. Uno dei giocatori si era recato di recente in Sudafrica.

Nel frattempo le restrizioni di viaggio vanno dalla chiusura completa del Marocco, al divieto di ingresso per i visitatori stranieri di Israele e Giappone. Il Regno Unito chiede che tutti i visitatori abbiano un test PCR all'arrivo e passino un periodo d'isolamento.

E nonostante la preoccupazione globale, gli scienziati affermano di essere fiduciosi che, se viene dato loro tempo, saranno in grado di adattare o sviluppare vaccini per contrastare la nuova variante, se dovesse essere necessario. E l'elemento chiave è proprio questo: il tempo.