This content is not available in your region

Germania, celebrato il 9 novembre

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Germania, celebrato il 9 novembre
Diritti d'autore  Wolfgang Kumm/Pool via AP

Per i tedeschi il 9 novembre non è un giorno come un altro, ma una ricorrenza per celebrare tre diversi avvenimenti: la proclamazione della Repubblica di Weimar, nel 1918, la Notte dei cristalli, del 1938, e il crollo del muro di Berlino, nel 1989.

Nella capitale si sono svolte le cerimonie ufficiali previste ogni anno, questa volta accompagnate da un invito alla riflessione rivolto ai cittadini tedeschi dal presidente della Repubblica, Frank-Walter Steimeier.

"Il 9 novembre è un giorno ambivalente, insieme luminoso e oscuro. Ci fa battere il cuore e ci fa venire le lacrime agli occhi. Ci fa sperare nel bene che c'è nel nostro paese, e ci fa disperare di fronte ai suoi abissi. Forse è per questo che il 9 novembre è un giorno molto tedesco. Un giorno che fa capire il nostro paese come nessun altro. Ai miei occhi, il 9 novembre è il giorno tedesco per eccellenza".

Secondo un recente sondaggio, mentre la metà degli intervistati non associa il 9 novembre a nessun evento, solo il 13 per cento lo collega alla sanguinosa notte dei cristalli, che diede il via alle aggressioni naziste contro ebrei e oppositori, e ancora meno, il 3 per cento, alla proclamazione della Repubblica di Weimar. Il 31 per cento dei tedeschi invece associa la data all'inizio del processo di riunificazione del paese, che con il crollo del muro tra i settori Est e Ovest di Berlino ha decretato la nascita della Germania cosi come la conosciamo oggi.