EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Sardegna: Piano casa, cade vincolo costruzioni in zone umide

Approvato un emendamento alla legge omnibus
Approvato un emendamento alla legge omnibus
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 03 NOV - I vincoli imposti in Sardegna col Piano casa approvato a gennaio sono caduti: nella fascia protetta delle zone umide si potrà di nuovo costruire e apportare modifiche sull'esistente, proprio come accadeva prima. A liberare i 300 metri dalla battigia di stagni e laghi è un emendamento alla legge omnibus approvata nei giorni scorsi, ma del quale si ha conoscenza solo ora perché il Consiglio regionale ha esaminato le ultime proposte di modifica a ritmi molto sostenuti. Un emendamento che porta la firma di Giorgio Oppi (Udc), Franco Mula (Psd'Az), Francesco Mura (Fratelli d'Italia), Dario Giagoni (Lega), Michele Cossa (Riformatori), Angelo Cocciu (Forza Italia) e Roberto Caredda (Misto). La correzione era molto attesa perché riguarda da vicino città come Cagliari, Quartu e Olbia, e sarà efficace con l'entrata in vigore della omnibus. In pratica, nella zona protetta, restano inedificabili solo le aree libere da volumi che ricadono in zone omogenee E (usi agricoli) ed F (insediamenti turistici), mentre si potrà costruire nelle zone A (insediamenti storici), B (tessuti urbani consolidati), D (insediamenti produttivi), ma anche C (espansioni urbane) e G (servizi generali) nel caso in cui siano contigue agli abitati. Sugli edifici esistenti sono comunque sempre consentiti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, di restauro e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia e di nuova costruzione (cioè nuovi manufatti, o ampliamento di quelli esistenti fuori dall'edificio principale, prefabbricati, magazzini, depositi merci). Inoltre, sempre secondo la nuova norma, "sono in ogni caso fatti salvi i piani di risanamento urbanistico attuati, nonché quelli già regolarmente approvati con convenzione efficace". I 300 metri delle zone umide sono così rimasti blindati per nove mesi, da gennaio a oggi per effetto di un emendamento al Piano casa proposto dal Pd e approvato col voto segreto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania-Scozia 5 a 1, i padroni di casa vincono il match di apertura degli Europei Uefa 2024

Ucraina, Stoltenberg: "Ancora non c'è accordo sui finanziamenti a lungo termine"

Le notizie del giorno | 14 giugno - Serale