Università: da Amplifon e Bocconi cattedra Costumer Science

Intelligenza artificiale per conoscere meglio il cliente
Intelligenza artificiale per conoscere meglio il cliente
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 26 OTT - All'Università Bocconi di Milano nasce, a partire da questo anno accademico, l'Amplifon Chair in Customer Science che è stata inaugurata oggi dalla lectio di Gaia Rubera, titolare della cattedra e direttore del Dipartimento di Marketing della Bocconi. L'attività prevede un programma di ricerca e iniziative che coinvolgeranno gli studenti in challenge didattiche che li metteranno in contatto diretto con la realtà aziendale. "Sono due gli obiettivi del corso - ha spiegato Gaia Rubera -: da un parte quello di sviluppare la ricerca in ambito di Customer Sciences e di avvicinare e coinvolgere gli studenti su questi temi". Anche attraverso le challenge a loro rivolte, in cui gli studenti hanno accesso per circa un mese alla piattaforma dati di Amplifon, si comportano come se fossero dei data scientist e sviluppano dei modelli di intelligenza artificiale per risolvere problemi concreti che l'azienda ha nella gestione dei suoi rapporti coi clienti. "Il vantaggio dell'intelligenza artificiale è quello di permetterci di estrarre conoscenza da dati che non sono più semplicemente numerici - ha proseguito Rubera - ma sono anche di testo, di immagini e di audio. Così riusciamo ad avere una conoscenza a tutto tondo di quello che è il consumatore". "Siamo molto contenti di iniziare questa collaborazione che ha uno spirito di lungo periodo e siamo orgogliosi di farlo affrontando un tema, che è quello della conoscenza del consumatore bastata sull'utilizzo dei dati, che è di estrema attualità", ha commentato Enrico Vita, Ceo di Amplifon. Secondo il rettore dell'Università Bocconi, Gianmario Verona, "questa cattedra si occupa della frontiera del marketing, la cosiddetta Customer sciences, ed è figlia dei tempi perché stiamo vivendo un'epoca in cui i grandi dati stanno stravolgendo il modo in cui interagiamo con i consumatori". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: Trump vince le primarie dei repubblicani in tre Stati in un solo giorno

Svizzera: referendum per la riforma delle pensioni, urne aperte

Gaza: proteste a Tel Aviv e Gerusalemme, attesa la reazione di Hamas per il cessate il fuoco