Papa: non restiamo indifferenti a economia che scarta vite

"Superare i muri degli egoismi e gli interessi nazionali"
"Superare i muri degli egoismi e gli interessi nazionali"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTA DEL VATICANO, 23 OTT - "La solidarietà, la cooperazione e la responsabilità" sono "antidoti all'ingiustizia, alla disuguaglianza e all'esclusione". Lo ha detto il Papa ai partecipanti al convegno internazionale della Centesimus Annus. "Le incertezze e le precarietà che segnano l'esistenza di tante persone e comunità sono aggravate da un sistema economico che continua a scartare vite in nome del dio denaro, istillando atteggiamenti rapaci nei confronti delle risorse della Terra e alimentando tante forme di iniquità. Dinanzi a questo non possiamo restare indifferenti". La risposta "non è solo la denuncia" ma soprattutto "la promozione attiva del bene". Nell'incontro è anche arrivato, da parte di Papa Francesco, un nuovo monito del Papa contro i "muri", dei quali tanto si parla in Europa in questi giorni. "Come cristiani - ha detto - siamo chiamati a un amore senza frontiere e senza limiti, segno e testimonianza che si può andare oltre i muri degli egoismi e degli interessi personali e nazionali; oltre il potere del denaro che spesso decide le cause dei popoli; oltre gli steccati delle ideologie, che dividono e amplificano gli odi; oltre ogni barriera storica e culturale e, soprattutto, oltre l'indifferenza". "Possiamo essere fratelli tutti", "può sembrare un'utopia irrealizzabile", "preferiamo invece credere che sia un sogno possibile", ha concluso il Papa. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scuole sotterranee in Ucraina: a Kharkiv bunker per le lezioni

La madre di Navalny denuncia le autorità russe: "Datemi la salma di mio figlio"

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo