EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Green pass: nuovo Coordinamento 15/10 guida protesta Trieste

Il portuale Puzzer e il medico no vax Giacomini i portavoce
Il portuale Puzzer e il medico no vax Giacomini i portavoce
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRIESTE, 19 OTT - Si chiama Coordinamento 15 ottobre il nuovo organismo di "pacifici e ghandiani" che rappresenta i cittadini contro l'obbligo vaccinale e green pass e che porterà avanti quindi la manifestazione in corso a Trieste. I portavoce sono il portuale Stefano Puzzer e Dario Giacomini, noto medico no vax di Vicenza, primario radiologo radiato, presidente dell'associazione Contiamoci, nata per i sanitari sospesi. Ne fa parte anche lo psichiatra Marco Bertali. L'annuncio del nuovo movimento è stato dato questa mattina in Porto vecchio. "Non pensate che qualcuno ci stia dettando la linea - ha detto Puzzer - ci stiamo solo organizzando. Non stiamo sotto nessuno". Sull'ipotesi che la piazza della protesta si stia spaccando, i portavoce hanno assicurato che si tratta di "un'apparente divisione, è solo questione di coordinamento, ci stiamo organizzando con un ufficio stampa". "Chi ha dormito in piazza Unità", violando così l'accordo preso ieri sera con il prefetto Valerio Valenti, "lo ha fatto spontaneamente - hanno continuato -. Noi abbiamo specificato di venire in Porto vecchio". Il Coordinamento, specificano ancora i portavoce, "non ha colore politico e non ne fa parte il movimento 3V". "Continueremo la protesta. Attendiamo sabato, in attesa dell'arrivo del ministro Delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli e venerdì ci sarà una manifestazione". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Berlino: una mostra per ricordare le donne della resistenza contro il nazismo

Austria, i migranti dovranno lavorare per 10 ore a settimana per mantenere diritti e sussidi

L'Albania brucia con l'estate e i pompieri non hanno mezzi: l'Ue interviene contro gli incendi