This content is not available in your region

'Medici come Mengele',attacco a Fb Azienda sanitaria Trieste

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Oltre 500 commenti deliranti da parte di un gruppo già noto
Oltre 500 commenti deliranti da parte di un gruppo già noto

(ANSA) – TRIESTE, 09 OTT – La pagina Facebook dell’Azienda
sanitaria universitaria Giuliano-Isontina (Asugi) è stata
assalita ieri sera da un numeroso gruppo di profili falsi, che
ha tentato di creare scompiglio e diffondere fake news
commentando in blocco due post riservati alla campagna
vaccinale. Tutti i profili, un centinaio, sono stati bloccati e
inseriti in una lista da fornire alle autorità e alla Polizia
Postale per le indagini. Si tratterebbe di profili fake che si
rifanno a un gruppo già noto alla stampa e alle autorità, che
organizza i suoi attacchi su una app di messaggistica istantanea
e da lì colpisce in massa. Lo rende noto la stessa Asugi che in
un comunicato sostiene che sono stati “oltre 500″ i “commenti
deliranti” in cui per esempio “si paragonano i sanitari a
novelli Josef Mengele, si cita la teoria complottista del nuovo
ordine mondiale e si parla di genocidio sistematico”. I messaggi sono stati segnalati come fake news alla
piattaforma di Facebook ma durante la notte e ancora questa
mattina altri hanno provato a forzare la disattivazione
temporanea ai commenti, ma senza successo. Asugi ritiene che
senza il blocco l’attacco sarebbe andato avanti per ore e
comunque “si è deciso di non oscurare la pagina per raccogliere
più dati possibile”. ASUGI si scusa del temporaneo disservizio e ricorda che “i
vaccini anti COVID-19 hanno superato le tre fasi della
sperimentazione clinica previste, hanno soddisfatto standard
elevati e hanno ricevuto una raccomandazione scientifica
positiva dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA), prima che
la Commissione europea ne autorizzasse l’uso pubblico”, conclude
la nota. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.