This content is not available in your region

'Ndrangheta:processo"Orthrus",14 condanne,assolto ex sindaco

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Giuseppe Pitaro era accusato di concorso esterno
Giuseppe Pitaro era accusato di concorso esterno

(ANSA) – CATANZARO, 27 SET – Quattordici condanne e 9
assoluzioni, tra cui quella di un ex sindaco. E’ il verdetto
emesso dal Gup di Catanzaro a conclusione del processo, con rito
abbreviato, contro la cosca Iozzo-Chiefari della ‘ndrangheta,
attiva nei territori di Torre di Ruggiero, Chiaravalle Centrale
e zone limitrofe.
La cosca Iozzo-Chiefari risulta essere federata con i Gallace di
Guardavalle e in contrasto con i Procopio-Sia-Tripodi di
Soverato.
L’ex primo cittadino assolto “perché il fatto non sussiste” é
Giuseppe Pitaro, già sindaco di Torre di Ruggiero, accusato di
concorso esterno in associazione mafiosa.
E’ stato condannato, invece, a 4 mesi l’imprenditore edile
Giuseppe Gareri, mentre è stato assolto il fratello Mario
Salvatore.
L’inchiesta della Dda di Catanzaro che ha portato al processo,
denominata Orthrus, con un richiamo al cane a due teste della
mitologia greca, coordinata dalla Dda di Catanzaro, e le
relative indagini condotte dai carabinieri del Comando
provinciale del capoluogo, risalgono all’ottobre del 2019 e
portarono all’arresto di 17 persone tra presunti capi e gregari
della cosca, accusata di esercitare nel territorio delle
Preserre Catanzaresi, tra Guardavalle e Torre di Ruggiero, il
monopolio dello spaccio di droga, e le estorsioni, con ingerenze
anche negli appalti pubblici, ed in particolare su quelli
riguardanti la “Trasversale delle Serre”
la strada di collegamento tra le coste ionica e tirrenica della
provincia di Catanzaro. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.