This content is not available in your region

Sudan, decine di arresti dopo il fallito tentativo di colpo di Stato

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Sudan, decine di arresti dopo il fallito tentativo di colpo di Stato
Diritti d'autore  مروان علي/أ ب

Dopo una giornata convulsa in seguito a un tentativo di colpo di Stato, in Sudan la situazione ora sembra essere tornata alla normalità.

Un gruppo di militari vicini all'ex regime di Omar Al Bashir, rovesciato due anni fa, ha tentato un golpe nella capitale, Khartoum. Una quarantina gli arresti eseguito finora mentre il generale Abdel-Fattah Burhan, Presidente del Consiglio Militare di Transizione, de facto capo di Stato del Sudan viene acclamato dalla folla per aver sventato il colpo di Stato.

"Non consegneremo mai il Sudan a un forze sconosciute. Il Paese deve essere guidato da forze o partiti nazionali che si prendono cura della sua sicurezza e unità, dei suoi cittadini e che hanno come obiettivo migliorare le condizioni di vita, ha sottolineato il Generale.

Abdel-Fattah Burhan ha quindi rivolto un appello alle forze civili e militari ad unirsi per ricostruire un Sudan dove regnano libertà, pace e giustizia. Dopo il tentato golpe, il popolo si è stretto attorno al Generale Burhan, mentre Mohamed Al Faki Suleiman, membro del Consiglio sovrano ha invitato la gente a scendere in piazza per manifestare la sua opposizione.

La fragile pace nel Sudan

“Ci siamo svegliati con il suono di una musica militare alla radio e alla televisione. Siamo rimasti sorpresi dall’azione di un gruppo di soldati che hanno cercato di prendere il potere. Come cittadino sudanese condanno questo gesto. Noi voglio la democrazia, visto che il paese ora vive una situazione di stabilità".

“ Se guardiamo alla situazione economica del Paese, all'attuale collasso e al caos della sicurezza, e poi vediamo qualcuno annunciare di prendere il controllo del Paese in nome di una tribù mentre il governo non è in grado di fare nulla, questo porta le persone ad aspettarsi che succeda qualcosa", ha notare un altro sudanese.

Il Sudan è attualmente governato da un fragile accordo di transizione che vede al potere militari e civili a seguito della destituzione dell'ex presidente Al Bashir, nell'aprile 2019.

Risorse addizionali per questo articolo • Associated Press