This content is not available in your region

Covid, al via terza dose in Italia. Pfizer: vaccino sicuro per bimbi tra 5 e 11 anni

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Covid, al via terza dose in Italia. Pfizer: vaccino sicuro per bimbi tra 5 e 11 anni
Diritti d'autore  AFP

Dopo Israele, ora tocca all’Italia. Nella grande campagna vaccinale contro il Covid-19 al via le somministrazioni della terza dose di vaccino anti-Covid-19.

In tutte le Regioni sono iniziate le iniezioni per le categorie dei cosiddetti immunocompromessi, ovvero malati oncologici, persone che hanno subito trapianti e persone affette da HIV. In totale sono circa 3 milioni i pazienti italiani considerati fragili e che quindi hanno bisogno di una dose addizionale per proteggersi meglio dal virus. Quindi sarà la volta degli anziani delle RSA, di tutti gli over 80 e degli operatori sanitari. Dovrà essere tuttavia somministrata a sei mesi dall’ultima dose.

Il Generale Figliuolo: avanti con i vaccini

Il commissario per l'emergenza, il Generale Francesco Figliuolo si è recato all'Hub di Villorba in provincia di Treviso per l'avvio della campagna per la terza dose. "Oggi siamo a 41 milioni di italiani vaccinabili che si sono vaccinati. Quindi, siamo a circa il 76% degli over 12”, ha commentato Figliuolo. "Come dice Mattarella, si tratta di un dovere civico e morale per mettere in salvo chi è intorno a noi. Non si può essere egoisti e in questo i giovani ci hanno dato una grande lezione, visto che la platea 20-29 anni è quella che più velocemente è corsa in massa a vaccinarsi".

Sulla possibilità di allargare la platea delle terze dosi anche alle altre categorie, il generale ha fatto sapere di aspettare le decisioni della comunità scientifica.

Come accedere alla terza dose

Nei giorni scorsi sono partite le prime telefonate verso i pazienti fragilissimi, come i trapianti e i dializzati. Le Regioni convocano su iniziativa delle aziende sanitarie locali le persone che vengono già assistite cominciando da quelli già presenti nelle corsie degli ospedali. In questo caso le vaccinazioni avverranno in ospedale, nelle sedi ambulatoriali o nei centri specialistici. In alcune Regioni come in Friuli sono direttamente le persone rientranti in questa fascia a dover prenotare.

Si dovrà avere con sé il green pass o il certificato vaccinale. Il tipo di vaccino che verrà inoculato (Pfizer o Moderna) dovrà essere preferibilmente lo stesso usato per la seconda dose.

La situazione in Gran Bretagna e Francia

Anche nel Regno Unito si è partiti con la terza dose agli over 50 e ai cittadini vulnerabili. Il piano del governo di Londra punta sulla campagna di immunizzazione per non tornare a nuovi lockdown e battere il virus. Le linee del piano di contenimento del Covid in vista dell'inverno che il premier Boris Johnson arrivano dopo le consultazioni con i suoi esperti medico-scientifici. Via libera al vaccino anche tra ai ragazzini tra i 12 i 15 anni.

Intanto in Francia si discute sul Green pass. Il Primo ministro, Jean Castex, sta lavorando alla messa a punto di un progetto di legge per la proroga dell'obbligo di pass sanitario – ovvero il green pass- al di là della data di scadenza fissata, fissata per il 15 novembre. Il progetto di legge dovrebbe essere presentato il 13 ottobre in Consiglio dei ministri.

Pfizer: vaccino sicuro anche per i bambini

Dall’altra parte dell’Atlantico, Pfizer e BioNTech hanno annunciato che il vaccino è sicuro anche sui bambini tra 5 e 11 anni. I risultati della sperimentazione sono stati giudicati positivi, sia dal punto di vista della sicurezza che per le risposte anticorpali neutralizzanti. Nei tesi ai bimbi sono state somministrate due dosi da 10 microgrammi anziché 30. Resteranno necessarie due iniezioni a 21 giorni di distanza.

Gli effetti collaterali, assicurano i due colossi della farmaceutica, sono lievi, simili a quelli delle altre fasce d'età. Ora le prossime tappe prevedono che Pfizer e BioNTech sottomettano i dati dei test effettuati alle autorità regolatorie: la Food and Drug Administration americana a fine settembre-inizio ottobre e l'Agenzia europea per i medicinali nel corso di ottobre.

Se l’esame darà esito positivo, il vaccino verrà usato a partire da fine ottobre negli Stati Uniti (gli esperti prevedono per la festa di Halloween) e, presumibilmente, da novembre in Europa.

Usa riaprono ai vaccinati europei

Dagli Stati Uniti arriva intanto una buona notizia per chi viaggia. Stop alle restrizioni per chi vola verso gli USA dall’Unione europea e Gran Bretagna: da novembre potranno entrare negli Usa i passeggeri completamente vaccinati e quindi muniti di Green pass.

Risorse addizionali per questo articolo • ANSA, Reuters