This content is not available in your region

'Io maltrattata, Palombelli ha mai avuto pistola alla testa?'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Consigliera Oristano ripubblica sua foto con faccia martoriata
Consigliera Oristano ripubblica sua foto con faccia martoriata

(ANSA) – ORISTANO, 17 SET – “Gentilissima Barbara Palombelli,
questa nella foto sono io, e ci tengo subito a precisare che no,
non me la sono andata a cercare, non sono mai, mai, mai stata
aggressiva, che non sono mai stata una donna esasperante”.
Inizia così il post della consigliera comunale di Oristano, ex
M5s, Patrizia Cadau, che lo scorso anno aveva deciso di
pubblicare una sua foto, dopo avere subito maltrattamenti in
famiglia. Oggi ci rimette la faccia – martoriata – per
rispondere alle dichiarazioni di Barbara Palombelli, durante la
puntata de Lo Sportello di Forum. “Non avevo fatto niente, né quella volta né tutte le altre:
eppure ciò non mi ha risparmiato dall’essere addirittura
sequestrata in casa mia, di mangiare e dormire insieme ai miei
figli chiusi a chiave di nascosto – scrive nel lungo messaggio
su Facebook – Non ho fatto niente ma questo non ha impedito al
violento di continuare ad abusare di me e dei miei figli anche
con la minaccia armata. Palombelli, lei ha mai sentito la canna
di un’arma premuta alla testa o in bocca? No vero? Si ritenga
fortunata e non ci faccia la morale con tanta spocchia”. “Palombelli – aggiunge – ritengo che lei sia parte del
problema, non me ne voglia: ritengo la sua cultura, causa di
quanto è accaduto e continua ad accadere a me, la ritengo
responsabile del silenzio e dell’omertà cui siamo costrette a
vivere grazie a parole come le sue: di una violenza
insopportabile. La ritengo responsabile e a questo punto
dovrebbe solo chiedere scusa. A tutte – conclude – A tutte
quelle che si alzano la mattina e non sanno se la sera saranno
ancora vive per raccontare quello che le sto raccontando io”.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.