This content is not available in your region

Il treno, mezzo di trasporto del futuro

Access to the comments Commenti
Di Johannes Pleschberger
euronews_icons_loading
Il treno, mezzo di trasporto del futuro
Diritti d'autore  euronews

Le ferrovie in Europa hanno ancora molti ostacoli da superare. Il Connecting Europe Express è un nuovo progetto dell'Unione europea che punta a promuovere i vantaggi dei viaggi su rotaia, elemento fondamentale del nuovo Green Deal. Nell'attraversare il continente, il treno europeo si è fermato tra l'altro in Austria, paese modello fra i Ventisette.

"Per noi, il Connecting Europe Express è un segno, nell'Anno europeo delle ferrovie, che il viaggio in treno ha un futuro", commenta Bernhard Rieder delle Ferrovie federali austriache.

Ma i sistemi ferroviari nazionali europei hanno standard tecnici diversi, il che rappresenta un ostacolo per il traffico transfrontaliero: "Ci sono nuove regole, nuovi regolamenti, sfide tecniche a tutte le frontiere. Questo deve cambiare!", dice Rieder.

Triplicare il traffico dell'alta velocità

Circa un quarto delle emissioni di gas serra è dovuto ai trasporti, una percentuale che continua a salire. Per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, Bruxelles vuole triplicare il traffico dei treni ad alta velocità.

In Austria il numero di chilometri percorsi in treno a persona è doppio rispetto alla media dell'Unione europea. Secondo gli esperti ciò è dovuto agli investimenti in infrastrutture e alla frequenza dei collegamenti.

Una passeggera conferma: "È decisamente più piacevole in città perché il treno è più veloce. Non si resta bloccati negli ingorghi. Ma è anche più ecologico, se andassi in auto da sola emetterei molta più CO2 che prendendo il treno".

Energie rinnovabili

Dal 2019 le Ferrovie federali austriache utilizzano esclusivamente elettricità derivante da fonti energetiche rinnovabili, gestendo loro stesse otto centrali idroelettriche e una centrale solare. Daniel Pinka, un altro portavoce delle Ferrovie austriache, ci mostra quello che definisce "Il primo impianto fotovoltaico per corrente di trazione. Con 7 mila pannelli, qui l'energia solare viene trasformata in corrente di trazione e immessa nella rete ferroviaria".

Treno contro aereo

Sebbene quello ferroviario sia di gran lunga il settore dei trasporti che riceve più finanziamenti europei, i viaggi sono spesso più costosi dei biglietti aerei. Alcune ong denunciano il fatto che sui voli non viene riscossa né l'Iva né la tassa sul carburante.

"Da un lato si fissano obiettivi climatici che prevedono una significativa riduzione dei gas serra e, dall'altro si amplia la rete stradale, si sovvenziona il traffico aereo e si sovvenzionano gli aeroporti regionali - lamenta Christian Gratzer dell'associazione Vcö -. Ciò è in netto contrasto con gli obiettivi climatici: abbiamo bisogno di un'offensiva ferroviaria".

Un numero crescente di stati membri utilizza le sovvenzioni per abbassare le tariffe ferroviarie. La Slovacchia e l'Ungheria, ad esempio, offrono ai passeggeri a basso reddito come gli anziani viaggi in treno gratuiti. E l'Austria sta ora introducendo un abbonamento annuale per tutti i trasporti pubblici del paese, a soli 3 euro al giorno.

Questo reportage fa parte della Mobility Week su Euronews. Dal 13 al 17 settembre 2021 esploriamo le tendenze che plasmano il futuro dei trasporti e della mobilità personale. Per vedere gli altri reportage cliccate qui.