This content is not available in your region

Ucciso in cortile Milano, resta in carcere il 72enne fermato

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Anziano a gip, ho ucciso per vecchi dissidi
Anziano a gip, ho ucciso per vecchi dissidi

(ANSA) – MILANO, 03 SET – Sarebbero stati vecchi dissidi e
non una lite per la grigliata in cortile alla base dell’omicidio
di Francesco Spadone avvenuto mercoledì scorso nel cortile di un
condominio popolare in via Ovada a Milano. A ripeterlo oggi
durante l’interrogatorio davanti al gip Tiziana Gueli è stato lo
stesso Rocco Sallicandro, il 72enne che ha sparato e ucciso
Spadone e per cui ora il giudice ha convalidato il fermo e
disposto la misura cautelare in carcere chiesta dal pm Gianluca
Prisco. L’anziano quindi resta a San Vittore e ha raccontato dello
“sconforto” e dell’“astio” che da tempo nutriva nei confronti
della vittima, 34 anni con precedenti. Il legale di Sallicandro,
Giuseppe Frojo, da quanto si è appreso, sta valutando di
chiedere una perizia per accertare eventuali vizi di mente del
suo assistito. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.