Gdf: cinesi rilevano azienda droni e violano legge armamenti

Realtà strategica acquistata a Pordenone con società offshore
Realtà strategica acquistata a Pordenone con società offshore
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PORDENONE, 02 SET - Violazione della legge sulla movimentazione di materiali di armamento e possibili violazioni della normativa cosiddetta "golden power" che tutela le aziende italiane strategiche. Sono i reati contestati dalla Guardia di finanza di Pordenone a una azienda italiana che produce droni militari, aeromobili e veicoli spaziali la cui maggioranza - hanno accertato le indagini - è stata rilevata, attraverso una società offshore, da due importanti società statuali cinesi. L'azienda fornisce tra l'altro le forze armate italiane, è dunque soggetta a specifici controlli e vigilanza. La Gdf ha denunciato 6 manager (3 italiani e 3 cinesi). (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento russo per i dazi

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni