Afghanistan: in 150 guidati da onlus ai gate, salvi a Roma

Fuga da Kabul con Nove Onlus, con loro Amina e tanti bambini
Fuga da Kabul con Nove Onlus, con loro Amina e tanti bambini
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Doppia operazione di evacuazione da Kabul andata a buon fine. In salvo un grande numero di civili, ora arrivati allo scalo di Fiumicino, principalmente donne e bambini, grazie alla stretta collaborazione tra Nove Onlus, il Comando Operativo di Vertice Interforze, il Ministero degli Affari Esteri, e i Carabinieri del Tuscania. "In tre giorni di tentativi, circa 150 civili nelle liste di persone ad alto rischio sono riusciti finalmente a raggiungere l'aeroporto durante la notte. Rischiosissimo attraversare la città col coprifuoco ma l'impresa più ardua è riuscire varcare i cancelli del gate superando incolumi la massa umana. Nove Onlus, in collaborazione con MAE, COI ed il console Tommaso Claudi, stanotte ha guidato i civili verso l'aeroporto. Due coordinatori afghani espatriati, in contatto costante con i gruppi su WhatsApp, hanno radunato tutti alle 04:00 di note ora di Kabul ai punti prestabiliti per poi farli avanzare verso i gate", racconta Nove Onlus. "Degli osservatori posizionati lungo il percorso segnalavano blocchi e pericoli. Tutte le donne - prosegue Nove Onlus - erano vestite di nero con un nastro rosso per facilitarne il riconoscimento. Ci sono volute alcune ore prima che il gruppo riuscisse a raggiungere i cancelli. Dopo le otto, ora italiana, è arrivata la notizia che le prime venti, grazie all'aiuto dei Carabinieri del Tuscania, erano entrate sane e salve. Fra loro 'Amina', la ragazza in burqa che ha continuato ad inviarci appelli pubblici in questi giorni e una parte dello staff afghano di Nove Onlus. Ma la maggior parte delle persone era ancora fuori". Allora Amina è uscita dal gate scortata dai Carabinieri del Tuscania per portare in salvo altre persone del gruppo ancora disperse fra la folla. Contemporaneamente è decollato da Kabul un volo militare italiano con un altro gruppo di donne, bambini e civili messi in salvo ieri. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Expo 2030, vince Riad. L'esposizione universale in Arabia Saudita

Proseguono gli scambi di prigionieri nel quinto giorno di tregua

India, salvi tutti i 41 operai intrappolati nel tunnel