EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Afghanistan: Sala, in arrivo prime famiglie a Milano

Sindaco, no a spazi improvvisati. Ciascuno deve far la sua parte
Sindaco, no a spazi improvvisati. Ciascuno deve far la sua parte
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 19 AGO - "Nei prossimi giorni raggiungeranno la nostra città alcune decine di cittadini afghani, con le proprie famiglie, che hanno collaborato con le Forze Armate, con l'Ambasciata italiana e con l'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo in Afghanistan". Lo ha scritto sulle sue pagine social il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, spiegando come il Comune e la Prefettura di Milano, a cui il coordinamento nazionale per l'emergenza assegnerà una quota di nuclei familiari provenienti dall'Afghanistan, hanno avviato la loro collaborazione. "Il Comune, su richiesta della Prefettura di Milano e in collaborazione con gli Enti del Terzo settore, sta individuando e verificando gli spazi adeguati, - ha aggiunto il sindaco - che non possono essere improvvisati perché devono essere dotati dei servizi minimi adeguati per l'accoglienza di nuclei familiari". "Penso che ciascuno debba fare la sua parte, piccola o grande che sia, davanti a un'emergenza epocale come quella afgana, e noi siamo orgogliosi di ciò che stiamo facendo", ha concluso Sala. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, il discorso di Vance alla convention repubblicana: "Con Biden America più povera e debole"

Turchia: Erdogan allenta il disegno di legge contro i cani randagi, 4mila a rischio soppressione

Ondata di caldo estremo in Europa meridionale, da bollino rosso 14 città italiane