Amianto: giudice, militare morto è 'vittima del dovere'

Cub, introdurre il reato di 'omicidio sul lavoro'
Cub, introdurre il reato di 'omicidio sul lavoro'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 06 LUG - Il Tribunale del Lavoro di Milano ha riconosciuto lo status di "vittima del dovere" a un militare deceduto nel luglio 2017 per mesotelioma pleurico per esposizione all'amianto e che aveva svolto servizio militare nei Lagunari a Venezia dal marzo 1963 all'aprile 1964. Lo rende noto l'Osservatorio nazionale amianto. Il giudice Antonio Lombardi, accogliendo la richiesta della figlia rappresentata dal legale Ezio Bonanni, come si legge nella sentenza, ha accertato che "il decesso è riconducibile a causa di servizio" e ha condannato il Ministero della Difesa alla liquidazione "dell'equo indennizzo e delle prestazioni previdenziali" a favore della figlia "orfana di vittima del dovere". "Con questa importante e storica sentenza - spiega l'Osservatorio - l'orfana ha ottenuto una speciale elargizione per l'importo di 200.000 euro, oltre perequazioni (presumibilmente un importo di circa 230.000 euro), e la costituzione di due assegni vitalizi mensili di 1033 e 500 euro, che percepirà per tutta la vita, oltre gli arretrati dalla data della morte del genitore. Si calcola che allo stato attuale abbia maturato prestazioni previdenziali per un importo di circa 350.000 euro ". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento russo per i dazi

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni