ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia: allo studio il vaccino obbligatorio

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Una donna si vaccina a Capbreton nelle Landes, uno dei dipartimenti più colpiti dalla variante Delta
Una donna si vaccina a Capbreton nelle Landes, uno dei dipartimenti più colpiti dalla variante Delta   -   Diritti d'autore  Bob Edme/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Rendere obbligatorio il vaccino anti-Covid, almeno per alcune categorie, è quello che vorrebbe fare il primo ministro francese Jean Castex, che in questi giorni sta consultando gli esperti per capire se si può percorrere questa via per vincere la riluttanza dei no vax. Categoria che miete proseliti anche laddove non te l'aspetti come tra gli operatori sanitari. D'altronde non c'è altra scelta, con la variante Delta che bussa alle porte, la quarta ondata rischia di presentarsi a settembre, se non non si spinge l'acceleratore sui vaccini.

"Abbiamo un'arma contro il virus ed è il vaccino - incalza il portavoce del governo Gabriel Attal- Funziona e ha ottimi risultati anche sulla variante Delta. Le vaccinazioni sono riprese a crescere, dopo un periodo di rallentamento. Negli ultimi giorni il numero delle persone che chiedono di essere vaccinate è aumentato del 10-20 percento. È una buona notizia".

In Francia solo il 57 percento degli operatori nelle residenze per anziani hanno ricevuto la prima dose. Contro il 64 percento dei lavoratori della sanità. Numeri insufficienti anche per i sindacati del settore che spingono per la vaccinazione obbligatoria. Se il Consiglio di Stato e la Corte costituzionale dovessero dare parere favorevole, l'obbligatorietà potrebbe essere estesa anche ad altre categorie, come insegnanti e personale degli asili e delle scuole materne.

Questo tema tiene banco da fine 2020, il presidente Macron si è sempre detto contrario all'obbligatorietà del vaccino.