ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sindacalista investito: corteo a Roma, 'siamo tutti Adil'

Di ANSA
Fgc, pestaggi contro chi sciopera,sembrano anni '20 altro secolo
Fgc, pestaggi contro chi sciopera,sembrano anni '20 altro secolo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 19 GIU – Sit- in in piazza della Repubblica e
poi corteo fino a piazza Vittorio a Roma a sostegno dei
lavoratori della Logistica e per protestare dopo la morte di
Adil, il sindacalista investito e ucciso ieri nel Novarese.
L’iniziativa è stata organizzata dal “Patto d’azione
anticapitalista” a cui aderiscono diverse sigle a partire dal Si
Cobas, di cui il sindacalista ucciso era coordinatore
interregionale. Molte le bandiere rosse dei “Cobas Lavoratori
organizzati”. Uno degli striscioni recita “Per Adil assassinato
per il prodotto. Mobilitazione immediata per i crimini dei
padroni”. “Oppure “siamo tutti Adil”. In precedenza i
manifestanti hanno inscenato anche un mini-corteo di poche
centinaia di metri fino alla vicina via Bissolati diretti verso
il Mise per poi tornare indietro. C‘è stato qualche momento di tensione quando una parte del
corteo ha spinto per forzare i blocchi e proseguire il cammino
ma poi tutto è rientrato e il corteo è tornato indietro a piazza
della Repubblica. “Per Adil ucciso mentre lottava, sciopero
generale”, si legge su uno striscione, mentre in coro un gruppo
scandisce “Adil è vivo, le nostre idee non moriranno mai”. Su un
altro striscione si legge: “Draghi privatizzatore remember”. “Sindacalisti uccisi, squadre armate ingaggiate dalle aziende
per pestare chi sciopera. Sembrano gli anni ‘20 di un altro
secolo ma è l’Italia di oggi”, afferma in una nota, Lorenzo
Lang, segretario del Fgc, Fronte della Gioventù comunista, una
delle due sigle, insieme al sindacato SI Cobas, che hanno
promosso la manifestazione. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.