Risse in zone movida Roma,daspo urbani e sospensioni licenze

Misure contro sei giovani per risse e lancio di oggetti
Misure contro sei giovani per risse e lancio di oggetti
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - Raffica di sospensioni di licenze ai locali e di provvedimenti di Divieto di accesso in aree urbane da parte della Questura in seguito ai controlli interforze anti-movida. I provvedimenti del questore sono scattati per episodi avvenuti negli ultimi fine settimana in alcune piazze del centro storico di Roma, dove gruppi di giovani, anche minorenni, hanno dato vita a liti e risse. 11 i provvedimenti di polizia nei confronti di giovani ed esercizi pubblici: 6 i provvedimenti adottati nei confronti di altrettanti giovani, responsabili di lesioni aggravate, resistenza, oltraggio a Pubblico Ufficiale, nonchè danneggiamento a Beni dello Stato. Tra questi, due della durata di 2 anni, per un 19enne e un 20enne che venerdì scorso vennero arrestati  nel quartiere San Lorenzo per aver affrontato gli agenti intervenuti in via dei Sabelli per una segnalazione di assembramenti. Stessa sorte per un 26enne romano, arrestato il 6 giugno scorso per resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale nei confronti di una pattuglia dei Carabinieri in servizio anti - movida, nel quartiere di San Lorenzo. Tra i provvedimenti anche per un romano di 21 anni responsabile di lancio di oggetti in direzione dei Nuclei Mobili della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri a piazza Campo de' Fiori, la sera dell'11 giugno. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il ministro dell'Interno britannico in Italia: "Soluzioni innovative per fermare i migranti"

Senato Usa approva pacchetto da 95 miliardi per Ucraina e Israele, Biden: armi a Kiev in settimana

Gaza, Borrell: "Distruzione nella Striscia peggiore che in Germania nella Seconda guerra mondiale"