ULTIM'ORA
This content is not available in your region

A Ginevra il primo faccia a faccia Biden-Putin

Di euronews
euronews_icons_loading
A Ginevra il primo faccia a faccia Biden-Putin
Diritti d'autore  Alexander Zemlianichenko/Copyright 2011 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto pronto a Villa La Grange di Ginevra per il primo faccia a faccia tra il presidente statunitense Biden e il suo omologo russo Putin. Il programma messo a punto dalle due delegazioni prevede cinque ore di colloqui, senza pause, nemmeno per il pranzo, e senza conferenza stampa congiunta al termine. D'altra parte, sia Mosca che Washington riconoscono che i rapporti bilaterali sono al più basso livello da decenni.

Prima di vedere Putin il presidente statunitense ha partecipato al G7, al vertice della Nato e all'incontro bilaterale con l'Unione europea, trovando il tempo per un incontro col presidente svizzero. L'intenzione di Biden è far passare l'immagine di un fronte unito pronto a contrapporsi a Russia e CIna, schierando sul campo tutta la forza della Nato, che continua a espandersi verso Est.

Per la Casa Bianca gli Usa dovranno tornare a essere i garanti degli equilibri del mondo, mettendosi alla testa di un cartello che includa l'Alleanza atlantica, l'Unione europea e la Gran Bretagna per una politica di "pressione democratica" su Pechino e Mosca.

In una intervista alla vigilia dell'incontro, Putin ha detto che con gli Usa ci sono aree di reciproco interesse, ma ha criticato Washington per la "scarsa stabilità" mostrata sui dossier internazionali.

Secondo gli osservatori il vertice Biden-Putin non passerà alla storia. Sarà considerato comunque un successo se solo riuscirà a riportare i rapporti bilaterali tra Usa e Russia a normali relazioni diplomatiche.