Vescovo sostituisce parroco,sindaco e giunta disertano messa

La protesta del primo cittadino di Carlantino, nel Foggiano
La protesta del primo cittadino di Carlantino, nel Foggiano
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CARLANTINO, 13 GIU - Il vescovo sostituisce il parroco del paese e il sindaco con tutta l'amministrazione comunale, per protesta, non prendono parte alle celebrazioni religiose previste nel pomeriggio di oggi in onore di Sant'Antonio. Lo ha deciso il sindaco di Carlantino (Foggia), Graziano Coscia, che annuncia questa sua protesta con un post pubblicato sulla pagina Facebook del Comune Foggiano. "Da ieri mattina è ufficiale la notizia - scrive - del trasferimento del nostro parroco, don Stefano, ad altra sede. Una decisione giunta come un fulmine a ciel sereno che ha scosso le coscienze di noi tutti". Coscia ricorda che "don Stefano, in questo poco tempo, non è stato solo un sacerdote per la Comunità di Carlantino ma è stato un 'costruttore' di speranza. Sono stati messi in campo tanti progetti condivisi anche con l'amministrazione comunale". Poi l'affondo al vescovo Giuseppe Giuliano della diocesi Lucera-Troia: "Il vescovo è libero di fare le sue scelte, ma anche noi siamo liberi di fare le nostre. Per questo motivo l'Amministrazione da me rappresentata non prenderà parte alla funzione religiosa in segno di protesta contro una decisione incomprensibile". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il regno degli sport da racchetta in Qatar, dal tennis al padel

Elezioni anticipate in Croazia, urne aperte per rinnovare il Parlamento

Russia, respinto l'appello di un uomo arrestato per l'attentato alla Crocus city hall di Mosca