ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Morti in carcere a Modena, gip si riserva su archiviazione

Garante e parenti delle nove vittime chiedono alte indagini
Garante e parenti delle nove vittime chiedono alte indagini
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MODENA, 07 GIU – Il giudice per le indagini
preliminari di Modena Andrea Romito si è riservato in merito
alla decisione se archiviare o meno le indagini relative ai
decessi di nove detenuti, avvenuti l’8 marzo di un anno fa nel
carcere di Sant’Anna, durante una rivolta scoppiata nei primi
giorni di diffusione del Coronavirus. A chiedere l’archiviazione sono stati i pubblici ministeri
Francesca Graziano e Lucia De Santis, dopo che le autopsie hanno
rilevato in overdosi da metadone e psicofarmaci le cause dei
decessi. Ad opporsi all’archiviazione, chiedendo nuove indagini,
sono il garante dei detenuti, la onlus Antigone e il legale dei
parenti di una vittima, l’avvocato Luca Sebastiani. Tra le
richieste di chi si oppone all’archiviazione, anche quella di
sentire il racconto dei detenuti che nelle giornate
immediatamente successive alla rivolta hanno avuto contatti con
le vittime. Stamattina davanti al tribunale di Modena attivisti
e cittadini si sono dati appuntamento per manifestare contro
l’archiviazione del caso. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.