This content is not available in your region

Ponte Genova: sentito Vezil, registravo per cautelarmi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Non condividevo linea aziendale sulla sicurezza
Non condividevo linea aziendale sulla sicurezza

(ANSA) – GENOVA, 03 GIU – “Registravo per cautelarmi, non
condividevo le scelte dell’azienda in materia di sicurezza”.
Così Marco Vezil, ex dirigente Spea (la controllata di Aspi che
si occupava delle manutenzioni) indagato per il crollo del ponte
Morandi, sentito nei giorni scorsi dai pubblici ministeri
Massimo Terrile e Walter Cotugno. Vezil aveva registrato almeno
30 riunioni con colleghi e dirigenti di Autostrade. Da quei file
audio, ritrovati dalla Guardia di finanza, è nata l’indagine sui
falsi report dei viadotti ed anche il filone sulle barriere
fonoassorbenti difettose che hanno portato a diverse misure
cautelari. In questi giorni i magistrati stanno concludendo gli
interrogatori delle nove persone che lo hanno chiesto alla
chiusura delle indagini. Entro la fine del mese i magistrati
chiederanno il rinvio a giudizio. Al momento sono 69 le persone
indagate oltre alle due società Aspi e Spea , a vario titolo, di
falso, omicidio colposo plurimo, omicidio stradale, crollo
doloso, attentato alla sicurezza dei trasporti, rimozione dolosa
di cautele antinfortunistiche. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.