Nasce il quotidiano La Ragione, in edicola e online

Di ispirazione europeista. Alla guida Giacalone e Giuliani
Di ispirazione europeista. Alla guida Giacalone e Giuliani
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 02 GIU - Nasce il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, una nuova iniziativa editoriale in edicola e online: La Ragione - leAli alla libertà, un nuovo quotidiano nazionale d'opinione di ispirazione liberaldemocratica ed europeista. Il giornale, indipendente e non legato ad alcun partito né associazione - spiega una nota - nasce per raccontare l'Italia della ripartenza. Il quotidiano si articola attraverso approfondimenti delle principali notizie di attualità, politica ed economia, senza rinunciare a contenuti di sport, cinema, musica e costume. Gli articoli hanno una lunghezza contenuta, per una lettura approfondita e puntuale, ma insieme rapida e immediata. Numerose le rubriche di approfondimento settimanali, dallo sport alla psicologia, dal mondo universitario al lavoro, dall'impresa alla tecnologia, ai temi di genere, sociali e della solidarietà. A coordinare il lavoro sono Davide Giacalone, direttore editoriale, e Fulvio Giuliani, direttore responsabile. La redazione tra Roma e Milano vede tra le principali firme Massimiliano Lenzi e Vittorio Pezzuto. Tra i collaboratori, Luca Ricolfi, che firma nel primo numero un manifesto per la Libertà di parola e contro la dittatura del "politicamente corretto", Raffaele Morelli, don Antonio Mazzi, Alfonso Celotto, Andrea Margelletti. L'intenzione è anche di offrire ai giovani l'opportunità di scrivere per il quotidiano, sia cartaceo sia online, ricevendo un regolare compenso. Il quotidiano è edito dalla cooperativa La Ragione; tra i soci sovventori, la fondazione Stichting Social Sport. Il capitale è aperto a chiunque desideri investire nel progetto. Per non gravare sui contribuenti, si è scelto di non strutturarsi per richiedere contributi pubblici. La società editrice La Ragione ha inoltre deciso di sostenere gli edicolanti, in una fase di particolare difficoltà, garantendo loro l'80% di commissione sul prezzo di copertina di 50 centesimi; il restante 20%, sempre come da accordi nazionali, è riservato alla catena di distribuzione nazionale e locale. La Ragione è disponibile in versione cartacea e digital, sul web e mobile app. Il quotidiano è online sul sito web www.laragione.eu e app, e sarà completamente gratuito. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump