This content is not available in your region

Attacco 'no vax' a profili Fb sindaci Viareggio e Carrara

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Migliaia i commenti postati sulle pagine dei due primi cittadini
Migliaia i commenti postati sulle pagine dei due primi cittadini

(ANSA) – FIRENZE, 22 MAG – Attacco hacker di stampo no vax ai
profili Fb dei sindaci di Viareggio (Lucca) e Carrara (Massa
Carrara), tra ieri sera e stamani: migliaia i commenti postati.
A renderlo noto i rispettivi Comuni.
Per quanto riguardo il sindaco di Viareggio, Giorgio Del
Ghingaro, l’amministrazione parla di oltre 7.000 “notifiche in
meno di un’ora, nei quali si inneggia alla libertà di scelta sul
vaccino, sottolineando una non meglio precisata violazione del
diritto al consenso alle terapie tramite il ricatto per quello
che viene definito ‘nazismo sanitario’”, e poi “immagini di
bimbi dietro le sbarre della segregazione sanitaria, svastiche e
quant’altro”. “Non so se quanto accaduto dipenda dai post che
faccio, ovviamente a favore dei vaccini, del fatto che mi sono
vaccinato lunedì scorso, o anche dai ruoli che rivesto” nella
sanità Toscana, il commento Del Ghingaro che rinnova l’appello a
vaccinarsi.
Anche il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale rilancia
l’invito a vaccinarsi, dopo aver subito un attacco di oltre
3.000 commenti con “immagini, video e affermazioni fuorvianti in
merito ai vaccini e alla pandemia. Purtroppo – spiega il Comune
- non è la prima volta”: “A fine marzo, il post in cui si dava
notizia dell’inaugurazione del centro di vaccinazione a
CarraraFiere era già stato bersagliato dai no vax”. “So che
hackeraggi di questo tipo sono diffusi e hanno colpito altri
sindaci, politici e testate giornalistiche – afferma De Pasquale
-: si tratta di un fenomeno grave, che rappresenta un vero e
proprio attacco alla democrazia e alla libertà di espressione”
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.