Alan Kurdi: dopo sette mesi nave ong ripartita da Olbia

Dopo la pronuncia del Tar, ora è diretta in Spagna
Dopo la pronuncia del Tar, ora è diretta in Spagna
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - OLBIA, 05 MAG - Dopo sette mesi passati ormeggiata al porto di Olbia, la nave Alan Kurdi, di proprietà dell'organizzazione non governativa tedesca Sea-Eye, questo pomeriggio ha lasciato la Sardegna ed è salpata con destinazione il porto di Burriana, in Spagna. La nave della ong tedesca che si occupa del salvataggio in mare dei migranti che attraversano il Mediterraneo, aveva attraccato a Olbia nel settembre dello scorso anno - dopo un'odissea in mare e conseguenti polemiche politiche - con 125 persone a bordo, tutte accolte, curate e rifocillate in banchina dalle autorità militari, sanitarie e civili. L'Alan Kurdi pochi giorni dopo era stata fermata in porto con un provvedimento della Guardia costiera che in seguito a un'ispezione a bordo aveva rilevato delle irregolarità relative alla sicurezza. Qualche settimana fa una pronuncia del Tar ha concesso alla Sea-Eye l'autorizzazione a lasciare Olbia per recarsi in Spagna dove dovrà essere sottoposta a un intervento di manutenzione che risolverà i problemi di sicurezza. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Parlamento europeo approva il divieto sui prodotti realizzati con lavoro forzato

Parigi: la polizia sgombera decine di migranti davanti all'Università Sorbona

Regno Unito, legge sui migranti: i richiedenti asilo saranno deportati in Ruanda