ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In 300 per video rap, lacrimogeno disperde ragazzi

Pietre e bastoni contro le forze dell'ordine a Milano
Pietre e bastoni contro le forze dell'ordine a Milano
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 10 APR – “Andatevene”, “fuori dalle nostre
zone”. Sono stati accolti così gli agenti e i carabinieri
inviati oggi in via Micene, a Milano, per un assembramento di
centinaia di ragazzi, tutti lì per il video del rapper Neima
Ezza. E’ stato necessario lanciare un lacrimogeno per disperdere
la folla. E’ accaduto intorno alle 17.30 di oggi pomeriggio. Un
gruppo di circa 300 ragazzi si è ritrovato per un video rap da
girare nella zona alla periferia di Milano senza alcun
distanziamento. Sul posto sono arrivati polizia e carabinieri.
Quando i ragazzi li hanno visti arrivare sono scappati verso
piazzale Selinunte dove si sono riuniti e hanno iniziato a
lanciare pietre, bastoni e bottiglie contro le forze
dell’ordine. E’ a quel punto che è stato lanciato un
lacrimogeno. Durante le riprese del video diversi ragazzi, di
un’età fra i 16 e i 20 anni, sono saliti sul tetto delle auto
parcheggiate e hanno cominciato a saltare. Neima Ezza, nato in Marocco, è cresciuto in quel quartiere.
Sin dall’esordio, che risale al 2018, canta il disagio delle
periferie milanesi e si è fatto conoscere in particolare con i
brani ‘Essere ricco’ e ‘Amico’. Aveva annunciato la
realizzazione del video su Instagram. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.