EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Covid: è morta a 64 anni Rossana Di Bello,ex sindaco Taranto

Nel 1993 fondò nel capoluogo jonico il primo club pugliese di FI
Nel 1993 fondò nel capoluogo jonico il primo club pugliese di FI
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TARANTO, 10 APR - Lutto nel mondo della politica tarantina e pugliese. E' morta, a causa delle complicanze del Covid, Rossana Di Bello, di 64 anni, sindaco di Taranto dal 2000 al 2006, ed assessore regionale di Forza Italia a metà degli anni Novanta. E' morta nella sala rianimazione dell'ospedale Moscati, dove era stata ricoverata il 24 marzo scorso. Lascia il marito e la figlia Claudia. Dopo che si è diffusa la notizia in tanti stanno esprimendo il loro cordoglio, anche tramite i social network. Nel 1993 Di Bello fondò a Taranto il primo club pugliese di Forza Italia di cui nello stesso anno diventò presidente. Dopo Adriana Poli Bortone, sindaco di Lecce nel 1998, Rossana Di Bello è stata il secondo sindaco donna in Puglia, primo sindaco donna nella storia di Taranto. Il 30 aprile del 2000 venne eletta la prima volta con il 57,5% dei voti al turno di ballottaggio e fu poi riconfermata il 3 aprile 2005, ottenendo il 57,8% dei suffragi al primo turno. Il 18 febbraio 2006, in seguito alla condanna in primo grado a un anno e quattro mesi per abuso di ufficio e falso ideologico nell'ambito dell'inchiesta sull'affidamento della gestione dell'inceneritore alla società Termomeccanica, si dimise dalla carica di sindaco. Fu poi assolta in appello. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina: mandati di arresto della Cpi per i generali russi Shoigu e Gerasimov per crimini di guerra

Maltempo in Svizzera, ancora due persone disperse. Danni ingenti nel Canton Vallese

Israele: gli studenti ortodossi dovranno arruolarsi, corte suprema rimuove le esenzioni