ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Campagna vaccinale: strategie a confronto. Come si procede in Europa

euronews_icons_loading
Campagna vaccinale: strategie a confronto. Come si procede in Europa
Diritti d'autore  Andre Penner/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Malgrado il percorso a ostacoli, procede la campagna vaccinale in Europa, in Italia sono circa 22 milioni i vaccinati. Adesso è il turno degli under 60. Situazione simile in Francia, dove iniziano la settimana prossima gli over 50 mentre Oltralpe hanno aperto la finestra agli impazienti che possono vaccinarsi con le dosi che andrebbero perse a fine giornata.

Per il presidente Emmanuel Macron la strada è segnata: "L'obiettivo è cercare di avanzare a tappe forzate usando tutte le dosi disponibili nei nostri centri e avere 20 milioni di vaccinati il 15 maggio e 30 milioni il 15 giugno".

La Germania invece pensa di revocare i limiti di età per Astrazeneca nel tentativo di non sprecare le dosi del vaccino già arrivate. L'annuncio è stato fatto dal ministro della Salute, Jens Spahn, che ha anche dichiarato di voler accorciare l'intervallo di tempo tra una dose e l'altra.

Arrivano sempre dalla Germania le ultime dichiarazioni della cancelliera Angela Merkel che per bocca del suo portavoce, vuole che i brevetti rimangono tutelati.

Nel tentativo di accelerare, la Serbia vaccina i suoi cittadini nei centri commerciali e per invogliarli dà buoni-vaccino.

La Russia ha autorizzato il vaccino monodose, come annunciato dal fondo russo per gli investimenti, una mossa che potrebbe liberare milioni di dosi.

L'Istituo Gamaleya di Mosca ha rilevato che lo sputnik monodose è efficace all'80% circa e il costo si aggira intorno ai 10 dollari a dose. Il vaccino è destinato a Paesi terzi. L'idea è di usarlo dove l'epidemia è ancora in una fase espansiva.