ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Trasparenza filiera beni confiscati, Comuni rimandati

1076 comuni monitorati 670 non pubblicano l'elenco
1076 comuni monitorati 670 non pubblicano l'elenco
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – Comuni italiani “rimandati” sul
livello di trasparenza della ‘filiera’ della confisca dei beni
mafiosi: su 1076 comuni monitorati destinatari di beni immobili
confiscati, 670 non pubblicano l’elenco e non danno informazioni
sul loro sito internet. Ciò significa che ben il 62% dei comuni
è totalmente inadempiente. E’ quanto emerge “RimanDATI” il primo
Report nazionale sullo stato della trasparenza dei beni
confiscati nelle amministrazioni locali pubblicato
dall’associazione Libera contro le mafie. Ai comuni vengono
destinati beni immobili confiscati alle mafie per finalità
istituzionali o per scopi sociali e non danno informazioni sul
loro sito internet. Ciò significa che ben il 62% dei comuni è
totalmente inadempiente. E’ quanto emerge “RimanDATI” il primo
Report nazionale sullo stato della trasparenza dei beni
confiscati nelle amministrazioni locali pubblicato
dall’associazione Libera contro le mafie. Ai comuni vengono
destinati beni immobili confiscati alle mafie per finalità
istituzionali o per scopi sociali. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.