ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sardegna: Piano casa, impugnato per rischio tutela paesaggio

Governo salva solo 4 articoli su 31, "lesa leale collaborazione"
Governo salva solo 4 articoli su 31, "lesa leale collaborazione"
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 23 MAR – Quattro articoli salvi su 31. Il
governo ha contestato quasi integralmente la legge sul Piano
casa approvata dal Consiglio regionale della Sardegna il 18
gennaio scorso. Le motivazioni dell’impugnazione sono state
pubblicate oggi nel sito del ministero degli Affari regionali e
per tutte le norme censurate viene fatto presente che
l’intervento regionale è illegittimo perché deroga al Piano
paesaggistico regionale (Ppr) che non è derogabile. Non solo: lo
fa sulla base di una scelta unilaterale della Regione, quindi
sottraendosi all’obbligo di copianificazione previsto dal Codice
dei beni culturali e del paesaggio e all’intesa stipulata con lo
Stato (sottoscritta nel 2007 con il ministero dei Beni culturali
per l’adeguamento congiunto del Ppr e per la copianificazione
per quanto riguarda le zone interne). Quindi, secondo il Governo, la legge sul Piano casa lede il
principio di leale collaborazione nei confronti dello Stato.
Nelle lunghissime motivazioni, il testo è definito come “una
serie sistematica di modifiche all’ordinamento regionale che
consentono: la realizzazione di interventi edilizi, anche di
rilevante impatto, in deroga non solo alla pianificazione
urbanistica comunale, ma anche a quella paesaggistica;
l’irrilevanza/sanatoria di illeciti edilizi, al di fuori dei
casi e limiti previsti inderogabilmente dalla disciplina
statale”. In questo modo, “viene, agevolata la massiccia
trasformazione edificatoria del territorio, anche in ambiti di
pregio, determinando un grave abbassamento del livello della
tutela del paesaggio”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.