ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ricordo omicidio Dax, ridipinto murale in Darsena Milano

Presidio preannunciato, nessun problema di ordine pubblico
Presidio preannunciato, nessun problema di ordine pubblico
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 13 MAR – Il comitato ‘LiberAzione Milano’ ha
ricordato l’omicidio di Davide Cesare detto Dax frequentante del
centro sociale Orso, ucciso a 27 anni a coltellate nella notte
fra il 16 e il 17 marzo del 2003, nella zona della Darsena del
capoluogo lombardo. Oggi, come tradizione che si ripete anno
dopo anno, il murale in memoria del giovane è stato ridipinto -
viene poi sempre cancellato perché non autorizzato – e sono
stati accesi alcuni fumogeni rossi. Il tutto si è svolto
regolarmente tanto che nonostante la zona fosse particolarmente
sotto controllo, contro gli assembramenti pericolosi per il
Covid, non si sono riscontrati rilievi per l’ordine pubblico. All’iniziativa – da quanto si è appreso – hanno preso parte
poche persone che hanno rispettato le regole. Tutto si è svolto
nell’ambito di un presidio di commemorazione preannunciato. “In tante e tanti oggi, lungo le acque della Darsena, abbiamo
deciso di riprenderci un piccolo spazio di agibilità fisica e
politica – hanno sottolineato gli aderenti al comitato in una
nota -. Stiamo attraversando una fase storica complessa e senza
precedenti, stiamo rinunciando a quello che ci è più caro: stare
insieme, fare aggregazione e stare in strada per dare voce e
forma alle nostre idee, proiettate verso un mondo migliore. Oggi
i muri dei Navigli si tingono di nuovo con i nostri colori e
valori, per Dax, assassinato 18 anni fa da un gruppo di
fascisti; per Carlo, assassinato durante il G8 di Genova
esattamente 20 anni fa; per le partigiane e partigiani”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.