This content is not available in your region

'Ndrangheta: armi, condannato a Torino ex di Prima Linea

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Due anni e 5 mesi, arsenale mai ritrovato
Due anni e 5 mesi, arsenale mai ritrovato

(ANSA) – TORINO, 15 MAR – Due anni e 5 mesi di carcere è la
condanna che la Corte di Appello di Torino ha inflitto a
Francesco D’Onofrio, un ex militante di prima linea, nonchè
sospettato di far parte della Ndrangheta calabrese, che in
questa occasione era processato per armi. L’accusa gli
contestava il possesso, nel 2007, di un vero e proprio arsenale
comprendente anche dei kalashnikov. Il materiale però non è mai
stato trovato. In primo grado, nel 2017, a D’Onofrio erano stati inflitti 4
anni e 2 mesi. La Corte ha dichiarato prescritto il capo
d’accusa che si riferiva a sei ordigni artigianali. Del presunto
arsenale avevano parlato alcune persone intercettate al telefono
nell’ambito di un indagine sulla ‘ndrangheta. Un accenno si
trova anche in un’inchiesta della procura di Milano, svolta nel
2007, sulle Nuove Brigate Rosse. D’Onofrio però ha sempre
respinto ogni accusa. Di recente l’uomo è stato condannato in
via definitiva a 6 anni per ‘ndrangheta. Mentre andava a
consegnarsi nel carcere delle Vallette è stato preso in consegna
dalle forze dell’ordine. Oggi ha seguito il processo in
videoconferenza. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.