ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: Ventimiglia, code verso Francia per controllo tamponi

Da oggi richiesto test molecolare, disagi per frontalieri
Da oggi richiesto test molecolare, disagi per frontalieri
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – VENTIMIGLIA, 01 FEB – Lunghe code si sono registrate
questa mattina al confine italo-francese di Ventimiglia, a causa
dei controlli sulle certificazioni dei frontalieri e di chi
chiunque altro debba espatriare con giustificata motivazione.
Nei giorni scorsi il governo francese ha annunciato, proprio a
partire da oggi, l’ingresso nel territorio nazionale solo a chi
è munito di test molecolare (Prc) da eseguire nelle settantadue
ore precedenti l’arrivo in Francia. Il test antigenico, infatti,
non è accettato. Secondo quanto riportato dal ministero degli
Esteri francese l’obbligo riguarda i viaggiatori, maggiori di 11
anni, che entrano da Paesi Ue (quindi anche l’Italia) e con
qualsiasi mezzo. Sono esentanti dal presentare il tampone i
lavoratori frontalieri, i trasportatori e i residenti nei
territori confinanti entro trenta chilometri. Disagi, quindi,
per i tanti frontalieri diretti al lavoro in Francia o nel
Principato di Monaco, che si sono trovati imbottigliati nel
traffico, dovendo ognuno di loro mostrare un giustificativo.
Proseguono anche i controlli da parte francese sull’ingresso
abusivo dei migranti. A molti furgoni o camioncini è stato
chiesto di aprire gli sportelli. “Ecco nuovamente una decisione
unilaterale che crea problemi nei rapporti transfrontalieri,
all’economia di confine, ai lavoratori frontalieri, a chi si
trova a dover oltrepassare la frontiera per giustificati motivi
- afferma l’onorevole Flavio Di Muro (Lega) -. E’ da un anno che
propongo a questo governo di adottare un accordo bilaterale con
la Francia”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.