ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: sindaco Codogno, come meteorite sulla testa

'Vinciamo virus in memoria di chi ha perso questa battaglia''
'Vinciamo virus in memoria di chi ha perso questa battaglia''
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CODOGNO, 20 FEB – “E’ come se fosse caduto un
meteorite sulle nostre teste”. Così Francesco Passerini, sindaco
di Codogno (Lodi), ricorda all’ANSA i primi attimi subito dopo
aver saputo che nell’ospedale della cittadina lodigiana era
stato scoperto il primo paziente contagiato da coronavirus in
Italia. “All’inizio speravo anche inconsciamente che tutto fosse
circoscritto – ha detto – senza poter immaginare che da quel
momento sarebbe cambiato tutto. Era una situazione strana, quasi
incomprensibile, ma che aveva tutte le caratteristiche per
pensare a qualcosa di grave, cosa che mi ha portato a chiudere
subito la mia città per tutelare la nostra comunità”. “Adesso fortunatamente sappiamo di più sul virus e sappiamo
che si può vincere e abbiamo anche un’arma in più che è il
vaccino. Vogliamo vincerlo nella memoria di chi ha perso questa
battaglia”, ha concluso. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.